LOGO-ABITARE_500px

Ibm e l’area Expo

Oggi a Boston, nel incontro con gli studenti di Harvard da parte della delegazione italiana,è stato annunciato  un importante accordo in base al quale Ibm creerà a Milano, nell’area dell’Expo, la sua unità per sviluppare e distribuire in Europa applicazioni specifiche di Watson, il supercomputer reso celebre 5 anni fa dalla vittoria nel telequiz Jeopardy, continuamente sviluppato e oggi utilizzato soprattutto in medicina (diagnosi del cancro) e nella pubblica amministrazione. Un investimento da 150 milioni di dollari e 600 posti di lavoro che dovrebbe inquadrarsi nel progetto «Human Technopole» lanciato da Renzi e ancora in gran parte da definire. Il premier ha poi annunciato che tra pochi giorni, il 7 aprile, il governo presenterà il piano per la banda larga. Oltre a società di telecomunicazione, dalla Telecom a Vodafone, saranno coinvolti anche gruppi come l’Enel che con i contatori di terza generazione e il loro collegamento alla fibra ottica della banda larga, può diventare un interlocutore europeo d’avanguardia nella domotica.

Articolo di riferimento:

Corriere della Sera